Skal International Venezia
Spiagge universali per l'accoglienza accessibile: il focus al Move 2015 di Vicenza PDF Stampa E-mail

logo_skal_venezia

Spiagge universali per l'accoglienza accessibile: il focus al Move 2015 di Vicenza

Un percorso all'interno di Move! 2015, il salone professionale del turismo e dell'ospitalità universale, che quest'anno ha dedicato una particolare attenzione alle spiagge con un'area allestita con le migliori attrezzature dedicate agli stabilimenti balneari che vogliono essere accoglienti per tutti i tipi di clientela. Il che può comportare un vantaggio anche in termini economici, come sottolinea Roberto Vitali, presidente di Village for all.

Il video:

https://www.youtube.com/watch?v=CTK5gIDPOK8&feature=youtu.be

 
Lo S.K.A.L. per l'Expo: amicizia e felicità per il turismo veneziano PDF Stampa E-mail

logo_skal_venezia

Lo S.K.A.L. per l'Expo: amicizia e felicità per il turismo veneziano

La sezione Young dello S.K.A.L. Club di Venezia si è arricchita di una ventina di studenti iscritti ai corsi del CISET ricevendo il diploma di adesione al movimento internazionale nato a Parigi nel 1932 e che rappresenta anche nella città lagunare un punto di riferimento per l'elite dei professionisti del comparto turistico. La consegna dei diplomi è avvenuta al termine di un importante incontro che attraverso una qualificata serie di interventi ha fatto il punto sull'importanza che l'appuntamento dell'Expo 2015 potrà avere in Veneto.

Armando Ballarin, Presidente dello S.K.A.L. Club di Venezia, introducendo i lavori, ha sottolineato come lo spirito dell'associazione (acronimo delle parole nordiche per salute, amicizia, lunga vita e felicità) voglia: “promuovere un clima di cordialità tra i professionisti del turismo con l'obiettivo di accrescere la qualità dell'intera filiera turistica dagli albergatori ai tour operator, dagli agenti di viaggio ai ristoratori. Il Veneto ha grandi potenzialità che la partecipazione di questi giovani del Ciset, che saranno i manager di domani, conferma al più alto livello qualitativo”.

L'incontro, svoltosi all'Hotel Russot di Mestre, ha visto la presentazione da parte di Maurizio Gasparin, a nome delle Regione del Veneto, di quelle che saranno le attività ufficiali che l'ente regionale ha messo in cantiere nell'ambito della partnership diretta con l'evento milanese. Sono quindi stati presentati due importanti progetti predisposti nel territorio metropolitano di Venezia: Roberta Manzi, per la cooperativa Limosa, ha illustrato “Slowvenice”, ciclo di esplorazioni del territorio 'fuori dall'ordinario';Vito Lenti e Nico Simone, Presidente e Direttore dell'ente bilaterale per il turismo, hanno spiegato “Laguna è” progetto di partecipazione etica che innesta una serie di utili servizi alla riscoperta di antichi percorsi veneziani tra cultura e sostenibilità.

Tra gli intervenuti, Claudio Scarpa, direttore dell'associazione veneziana degli albergatori, ha esaltato l'alta qualità raggiunta anche da molte delle piccole strutture ricettive del territorio 'metropolitano' di Venezia. Al tempo stesso ha auspicato che la managerialità dei direttori d'albergo venga pienamente riconosciuta dando loro il riconoscimento di veri dirigenti d'azienda. Angelo Formentin, per Manageritalia Veneto, ha presentato un progetto formativo volto all'intero comparto turistico ed Daniele Minotto, intervenuto per lo S.K.A.L., ha insistito sui temi della qualità e del fare rete come scelta strategica per chi si occupa di turismo. Concludendo i lavori, Mara Manente, Direttore del Ciset, il centro internazionale di studi sull'economia del turismo dell'università Ca' Foscari di Venezia, ha posto l'accento sulla necessità di investire nel turismo in termini di qualificazione e di comunicazione valorizzando l'intera filiera dell'accoglienza che nel Veneto intreccia settori quali l'artigianato e l'agroalimentare.

foto_27_febbraio_russot

 
YOUNG SKAL INTERNATIONAL SYMPOSIUM 2015 Programma PDF Stampa E-mail

logo_skal_venezia

YOUNG SKAL INTERNATIONAL SYMPOSIUM 2015

Programma


Congress dates: 11.03 – 14.03.2015

Mercoledì

11.03.2015

Arrivo-Cena leggera a buffet-Apertura lavori

Giovedì

12.03.2015

Seminari-Pranzo a buffet-City tour-Cena

Venerdì

13.03.2015

Seminari-Pranzo a buffet-City tour-Cena di Gala

Sabato

14.03.2015

Partenze

 

Rappresentanti Skal International:

Sali Cene - Presidente Skal International

Susanna Saari – Direttore Skal International

Kamer Rodoplu – Vice Presidente International Councillors

Toti Piscopo – Presidente Skal Italia

Augusto Minei – Presidente Skal Roma


Programma Simposio

  • 11 Marzo 2015

Arrivo all’Hotel Savoy (4 stelle situato nei pressi di Via Veneto); Cena con leggero buffet al ristorante in cima all’Hotel

  • 12 Marzo 2015

Seminari dalle ore 9.00 (web marketing, hotel and tourism management, strategie); prazo a buffet alle ore 13.00; pomeriggio libero; cena in un ristorante tipico romano

  • 13 Marzo 2015

Seminari dalle ore 9.00 (web marketing, hotel and tourism management, strategie); prazo a buffet alle ore 13.00; pomeriggio libero; Cena di Gala in Hotel

  • 14 Marzo 2015

Partenze


Soluzioni di pernottamento

Camera singola= 265 € per persona in singola per tre notti

Camera doppia = 282 € per persona in doppia per tre notti

Camera tripla = 393 € per persona in tripla per tre notti

Vi informiamo che, dal 1 gennaio 2011, è in vigore una tassa di soggiorno obbligatoria di Euro 6.00 a persona al giorno fino a un massimo di dieci notti complessive, pagabili in contanti direttamente al Front Office dell’Hotel. (Art. 14, Paragrafo 16, Lettera E del Decreto Legge 78 del 31 Maggio 2010 e secondo la Delibera del Consiglio Comunale numero 67 del 28/29 Giugno 2010)

Il pacchetto del congresso include:

  • Pernottamento in camera singola, doppia o tripla- in base alla scelta del singolo partecipante
  • Seminari
  • Pranzi a buffet
  • Cena di Gala

Non incluso nel pacchetto:

  • Tassa di soggiorno di 6€ per ogni persona
  • Roma free pass
  • Costi di trasporto fino a Roma
  • Cena in un ristorante romano

Discovering Rome con prezzi speciali

  • Roma Pass
  • Rome Hop on Off
  • Transfer da Fiumicino e Ciampino
 
80 anni di Skal, la pubblicazione PDF Stampa E-mail

logo_skal_venezia

80 anni di Skal, la pubblicazione

Con enorme piacere rendiamo disponibile la pubblicazione realizzata per l'anniversario di fondazione dello Skal dell'anno appena passato, 1934-2014, 80 anni di Skal.

La pubblicazione è visionabile qui.

80anniversary

 
Skal International Italia sigla accordo con i Borghi più Belli. Magda Antonioli, direttore Met Bocconi, esorta ad unire le forze. PDF Stampa E-mail

logo_skal_venezia


Skal International Italia e i Borghi più belli d’Italia hanno concordato la stipula di un protocollo d’intesa. L’obiettivo è l’avvio di una partnership in cui Skal International Italia si pone come struttura di consulenza dell’associazione Borghi sia per gli aspetti giuridico-legali, tramite il proprio partner Eurojuris, sia per comuni azioni di marketing da effettuare sui mercati nazionale ed esteri attraverso i propri club. L’accordo è giunto al termine del workshop "Accogliente ed emozionante: l'Italia dei territori e dei percorsi turistici da scoprire e valorizzare” che si è svolto ieri, mercoledì 17 dicembre, all’Università Bocconi di Milano, e rappresenta il primo frutto concreto del monito con cui Magda Antonioli, direttore di Met Università Bocconi, ha concluso i lavori: “Uniamo le forze rispettando gli ambiti di competenza per rilanciare il turismo italiano".

"Fare rete e impresa è la chiave per andare sui mercati esteri - ha sottolineato Giorgio Palmucci, presidente Aica - i primi segnali di cambiamento vengono richiesti alle strutture ricettive. Che siano piccole o grandi realtà devono essere in grado di creare valore aggiunto legandosi all'unicità del territorio in cui sono inserite". Sulla stessa lunghezza d’onda Domenico Pellegrino, direttore generale di Valtur che ha illustrato le strategie della compagnia.

Paolo Rossi, presidente Federalberghi Lombardia, ha invece puntato sulla formazione. "È fondamentale tornare ad essere l'Italia che vince puntando sulla professionalità. Formare i futuri manager del turismo ripensando le logiche del comparto è la strada che dobbiamo intraprendere".

In tal senso si inserisce la problematica sulla diffusione dei contenuti evidenziata da Tommaso Vincenzetti, marketing and business development director Amadeus Italia. "Il 65% dei contenuti è distribuito off line mentre il 35% online. Quest'ultimo dato rappresenta il 40% del totale e-commerce in Italia che corrisponde a circa 11 miliardi e 300 milioni di euro. Ma il problema vero è che la percentuale è composta per lo più da biglietteria dove il contenuto personalizzato non esiste. L'hotellerie corrisponde al 10% e i pacchetti così detti evoluti solo al 4%".

“I centri minori, ed i borghi che ne costituiscono i centri di eccellenza - ha detto Fiorello Primi, presidente I Borghi più Belli d’Italia - hanno una naturale e spiccata cultura del’accoglienza che risulta sempre particolarmente gradita all’ospite alla ricerca di sensazioni ed emozioni”

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 8 di 14

Cos'è SKÅL

SKÅL INTERNATIONAL è l'unica Associazione Internazionale che riunisce tutti i rami dell'industria del turismo e dei viaggi. I suoi associati, leaders, imprenditori e dirigenti nei vari settori del turismo, si incontrano a livello locale, nazionale e internazionale per discutere e perseguire in amicizia argomenti di comune interesse al di sopra di ogni differenziazione di razza, di religione e di qualsiasi ideologia politica.

Il primo Club fu fondato a Parigi il 18 dicembre 1932 e l'idea di cordialità e amicizia nei rapporti di lavoro si diffuse sempre di più. Nacquero in seguito altri Club, e nel 1934 fu fondata la "Association International des Skal Club" che oggi comprende circa 20.000 Soci in oltre 500 Club in 90 nazioni. In Italia gli SKÅL CLUB sono 13 e compredono oltre 500 Soci.

Mission e principi

SCOPO : è facile leggere nello Statuto riportato sul sito ufficiale dello SKÅL INTERNATIONAL ITALIA gli scopi sociali. In sintesi si può affermare che lo scopo principale del Consorzio è costituito da una attività promozionale, riferita alle aziende affiliate, da esercitare nelle più ampie forme, ma soprattutto tramite la partecipazione a fiere e workshop, utilizzando le risorse economiche che la normativa comunitaria, nazionale, regionale e locale mettono a disposizione di simili organismi.

CONDUZIONE : deve essere la più snella possibile, senza particolari apparati e contenendo le spese grazie al supporto logistico che le singole aziende, in particolare quella che farà capo al Presidente di turno, potranno di volta in volta dare. Nella conduzione e nello sviluppo dei programmi saranno utilizzate le diverse professionalità delle quali ci si augura che il Consorzio possa disporre.

AZIONI : potranno essere stabilite nel concreto solo dopo che il Consorzio avrà raggiunto un numero ragionevole di Soci, sulla base delle risorse che potranno essere considerate disponibili.

Significato di "SKÅL"

La parola "SKAL" esisteva nell'antica lingua svedese sin da tempi remoti ed era, fra le altre cose, un recipiente per bere, di forme diverse e generalmente di legno, facile da trovare in Svezia. Olaus Magni (1490-1557), storico svedese del Medio Evo, difese l'uso di questo recipiente contro quelli di vetro.
Il vetro non si usava nelle tavole nordiche poiché, secondo i movimenti, poteva rompersi e quindi produrre delle ferite. Prudentemente bevevano nello "SKALAR" o coppa di legno e pronunciavano "SKAL" nel sollevarlo. Il rituale di quei tempi era molto più formalista di quello odierno.

Gli anziani davano al brindisi tanta importanza come alla comunione, per questo motivo gli ecclesiastici del secolo XVII non approvavano il "brindisi dell'anfitrione".
Il Diritto Canonico "Thesaurus Epistolicus" del 1619 lo accettò, però solo prima di sedersi a tavola e il rituale "SKAL" divenne il complemento civile alla cerimonia religiosa del matrimonio. Il filosofo svedese Lagercrantz descrive in un documento le consuetudini Skal, dando vari esempi dell'impiego del "brindisi dell'anfitrione", detto anche "brindisi del contadino".