Skal International Venezia
relazione congresso mondiale New York PDF Stampa E-mail

RELAZIONE CONGRESSO MONDIALE SKAL 2013 a NEW YORK

 

Per la prima volta si è svolto un  Congresso Internazionale Skal a bordo di una nave.

Nell’arco di 7 giorni, navigando tra gli Stati Uniti ed il Canada, si sono ritrovate più di 1100 perone, di cui circa 400 soci, che unite dall’appartenenza a  questo grande club hanno vissuto una vacanza/business.

Nella giornata in cui la nave era attraccata nel porto di Portland, si è svolta  l’Assemblea Generale dove sono stati discussi emendamenti allo statuto proposti da vari club e dal direttivo internazionale.

Di queste proposte sono state approvate quelle riguardanti la riduzione del quorum per le riunioni del direttivo internazionale, che scende a 4,  e la delega al Vice Presidente responsabile dell’area finanza per la gestione del reserve fund.

Una parte importante della giornata è stata dedicata alle annuali elezioni: Karine Coulanges  succede al presidente uscente Mok Singh il quale ha gestito l’assemblea con decisa fermezza per evitare dilungamenti. Marianne Khron è diventata Senior Vice President, Salih Cene è stato eletto Junior Vice President, mentre i nuovi Directors sono Lou Conkling e David Fisher, quest’ultimo eletto dopo il ballottaggio. Messico City è stata confermata come sede del congresso 2014 e Mombasa/ Costa del Kenya è stata designata per il congresso del 2015.

Durante i rapporti del direttivo uscente il nostro paese è stato menzionato per essere al secondo posto come aumento di iscritti. In generale l’Italia è al 12° posto su 98 come numero di soci SKAL. Roma è all’11° posto come grandezza.

Grande risalto è stato dato al Club di Roma per essere il club con il maggior numero di Young Skal al mondo e di questo dobbiamo essere fieri in quanto l’incremento degli Young Skal è un tema molto caro a tutti.

La nuova Presidente, in veste di direttore PR, ha presentato il nuovo sito internet, sito che presenta molte novità, dalla metodologia dell’iscrizione e la possibilità di effettuare pagamenti on line, alla facilità di reperire contatti e business information di tutti i soci del mondo. L’attivazione è prevista al più presto.  Il direttore Business Affairs Nigel Pilkington ha annunciato fra le varie novità quella di voler organizzare dal prossimo anno la giornata B2B come un workshop.   Questa novità sarebbe un enorme passo in avanti per il fattore business.

Per la prima volta si è svolto un forum aperto con il comitato esecutivo dove è stato fortemente incoraggiato da giovani skalleghi tedeschi e norvegesi questo miglioramento che sicuramente può dare un maggiore impulso al club nel perseguire in maniera più efficace il suo motto: Business among friends.

Partecipare ad un World Congress è sempre una grande esperienza, la possibilità di fare contatti non manca, ma è stato un peccato constatare l’esigua presenza Italiana, una delle più ristrette tra quelle dei paesi più importanti.

 

Armando Ballarin, Skal Venezia e

Alessandro Forin, Skal Roma

 
Karine Coulanges nuovo Presidente PDF Stampa E-mail

Karine Coulanges nuovo presidente
di Skal International

 

New York - E' la francese Karine Coulanges il nuovo presidente di Skal International.

E' stata eletta durante l'Assemblea Generale dello scorso 1 ottobre che si è tenuta nell'ambito del Congresso mondiale 2013 che si è svolto a bordo della nave Carnival Glory dal 28 settembre al 5 ottobre.

L'appuntamento è stato organizzato da Skal International New York, e in particolare dal presidente del Comitato Organizzatore Giovanni Ruzich e dal presidente del locale Club Lisa Conway. 
Contestualmente è stato eletto anche il nuovo Comitato Esecutivo per il 2013-2014.

Nel ruolo di vicepresidenti sono stati nominati Marianne Krohn (Germania) e Salih Cene (Turchia).

Nigel Pilkington (Nuova Zelanda), Lou Conkling (Usa) e David Fisher (Kenya) invece ricopriranno il ruolo di direttori mentre Bernhard Wegscheider (Austria) sarà il segretario generale.

Infine Keith Murcott (Sudafrica)è stato eletto president International Skål Council.
 
Nel corso del congresso 2013, organizzato per la prima volta su una crociera in partenza dalla Grande Mela con tappe a Boston, Portland, St. John e Halifax, si è svolta anche l'annuale Assemblea Generale dei delegati Skål, un forum sul turismo con relatori di settore e workshop B2B, oltre che la presentazione dello Skål Sustainable Tourism Awards.

Per il Club di Venezia erano presenti il Presidente Armando Ballarin ed i consiglieri  Emanuela Perini e Roberto Bianchi.

 
DVD PROMOZIONALE SKAL INTERNATIONAL PDF Stampa E-mail

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 Succ. > Fine >>
Pagina 14 di 14

Cos'è SKÅL

SKÅL INTERNATIONAL è l'unica Associazione Internazionale che riunisce tutti i rami dell'industria del turismo e dei viaggi. I suoi associati, leaders, imprenditori e dirigenti nei vari settori del turismo, si incontrano a livello locale, nazionale e internazionale per discutere e perseguire in amicizia argomenti di comune interesse al di sopra di ogni differenziazione di razza, di religione e di qualsiasi ideologia politica.

Il primo Club fu fondato a Parigi il 18 dicembre 1932 e l'idea di cordialità e amicizia nei rapporti di lavoro si diffuse sempre di più. Nacquero in seguito altri Club, e nel 1934 fu fondata la "Association International des Skal Club" che oggi comprende circa 20.000 Soci in oltre 500 Club in 90 nazioni. In Italia gli SKÅL CLUB sono 13 e compredono oltre 500 Soci.

Mission e principi

SCOPO : è facile leggere nello Statuto riportato sul sito ufficiale dello SKÅL INTERNATIONAL ITALIA gli scopi sociali. In sintesi si può affermare che lo scopo principale del Consorzio è costituito da una attività promozionale, riferita alle aziende affiliate, da esercitare nelle più ampie forme, ma soprattutto tramite la partecipazione a fiere e workshop, utilizzando le risorse economiche che la normativa comunitaria, nazionale, regionale e locale mettono a disposizione di simili organismi.

CONDUZIONE : deve essere la più snella possibile, senza particolari apparati e contenendo le spese grazie al supporto logistico che le singole aziende, in particolare quella che farà capo al Presidente di turno, potranno di volta in volta dare. Nella conduzione e nello sviluppo dei programmi saranno utilizzate le diverse professionalità delle quali ci si augura che il Consorzio possa disporre.

AZIONI : potranno essere stabilite nel concreto solo dopo che il Consorzio avrà raggiunto un numero ragionevole di Soci, sulla base delle risorse che potranno essere considerate disponibili.

Significato di "SKÅL"

La parola "SKAL" esisteva nell'antica lingua svedese sin da tempi remoti ed era, fra le altre cose, un recipiente per bere, di forme diverse e generalmente di legno, facile da trovare in Svezia. Olaus Magni (1490-1557), storico svedese del Medio Evo, difese l'uso di questo recipiente contro quelli di vetro.
Il vetro non si usava nelle tavole nordiche poiché, secondo i movimenti, poteva rompersi e quindi produrre delle ferite. Prudentemente bevevano nello "SKALAR" o coppa di legno e pronunciavano "SKAL" nel sollevarlo. Il rituale di quei tempi era molto più formalista di quello odierno.

Gli anziani davano al brindisi tanta importanza come alla comunione, per questo motivo gli ecclesiastici del secolo XVII non approvavano il "brindisi dell'anfitrione".
Il Diritto Canonico "Thesaurus Epistolicus" del 1619 lo accettò, però solo prima di sedersi a tavola e il rituale "SKAL" divenne il complemento civile alla cerimonia religiosa del matrimonio. Il filosofo svedese Lagercrantz descrive in un documento le consuetudini Skal, dando vari esempi dell'impiego del "brindisi dell'anfitrione", detto anche "brindisi del contadino".